venerdì 22 Febbraio, 2013

Milano Moda Donna, Roccobarocco presenta la collezione AI 2013


Il terzo giorno di Milano Moda Donna ha visto, tra le protagoniste (come Iceberg e Aigner), la sfilata di Roccobarocco. La nuova collezione autunno-inverno 2013 esprime una visione della femminilità all’insegna della sobrietà e del rigore. Lo stilista sceglie di puntare nettamente sull’essenziale e sulla sottrazione, in nome di una elegante concretezza e senso di […]



Il terzo giorno di Milano Moda Donna ha visto, tra le protagoniste (come Iceberg e Aigner), la sfilata di Roccobarocco. La nuova collezione autunno-inverno 2013 esprime una visione della femminilità all’insegna della sobrietà e del rigore. Lo stilista sceglie di puntare nettamente sull’essenziale e sulla sottrazione, in nome di una elegante concretezza e senso di realtà.

E in questo processo di apparente austerità estetica sorprende con nuovi modi per raccontare la propria visione del glamour e le armonie delle silhouette, sempre con segno elegante e rapido. Proposte passpartout reinterpretano e attualizzano il bon ton, muovendosi in direzione di una ispirata dicotomia tra compostezza e maliziosa sensualità. Giacche attillate dalle spalle costruite, su longuette; tailleur gessati dal piglio severo lasciano intravedere top in cashmere e pizzo ultra femminili. Ancora il pizzo inserisce una nota di conturbante femminilità in uno smoking decisamente man-like. Asciutti cappotti in cashmere si accostano ad androgini impermeabili over.

La sobrietà diventa emozionante grazie anche alla scelta della materia tattile. Le flanelle, gessate o stampate, i tweed, i rasi, i ricami laminati, i pizzi, il morbido cashmere. Cappotti, giacche e abiti accolgono ricami e pietre. Tessuti che manifestano la dualità tra maschile e femminile ma anche tra rigore e ricchezze decorative.

E’ un’opulenza sempre contemporanea. Grafismi damascati e dal guizzo rinascimentale stampati su giacche, top e pantaloni, riescono a conferire ai capi un senso cinetico, quasi degli ologrammi proiettati sui tessuti. Un effetto che niente sottrae all’artigianalità. Le stampe sono infatti dipinte a mano, in una celebrazione di unicità di ogni pezzo.

Il risultato concentra freschezza e sensualità, precisione e naturalezza, esprimendo un senso del classico reso moderno. In una palette dominata dal grigio e dal grigio scuro, fino al nero, creano inaspettate incursioni di colore il corallo, lo smeraldo, lo zaffiro. Luminosità ripresa anche dalle cromie prismatiche degli accessori.

Presente in tutta la collezione quel senso di libertà nell‘abbinamento dei capi, volumi, colori, materie. Tratti autentici e connaturati all’approccio dello stilista nel fare moda e più che mai attuali.


Loading...

Articoli correlati


Milano Moda donna Gilberto Calzorali e lo stile un-natural
Milano Moda Donna
Milano moda donna colori e arcobaleno per l’autunno inverno 2019
Milano Moda Donna
Milano moda donna la capsule collection di Les Coapins
Milano Moda Donna
Milano Moda donna sulle passerelle sfila la moda e la creatività
Milano Moda Donna
Milano Moda donna calendario sfilate febbraio 2019 dove vederle
Milano Moda Donna
Moda autunno inverno 2018-10 la sfilata di Laura Biagiotti
Milano Moda Donna