mercoledì 02 novembre, 2011

La sigaretta elettronica di Vasco Rossi, per smettere di fumare


Vasco non vuole proprio smettere di far parlare di sé e ora lo fa proponendo nuove sigarette al vapore che lui sponsorizza in quanto fumatore accanito, che dopo i recenti problemi di salute si è convertito alla sigaretta elettronica e che ora dà il proprio “marchio di qualità”. “Non fanno male e si possono fumare […]



Vasco
non vuole proprio smettere di far parlare di sé e ora lo fa proponendo nuove sigarette al vapore che lui sponsorizza in quanto fumatore accanito, che dopo i recenti problemi di salute si è convertito alla sigaretta elettronica e che ora dà il proprio “marchio di qualità”. “Non fanno male e si possono fumare dappertutto”.

E’  prodotto realizzato da un’azienda ferrarese, la Don ÒBrian srl. È stato lo stesso Blasco a promuoverle oggi sulla propria pagina Facebook, ed era stato lo stesso rocker a mostrarle e fumarle già più volte nei suoi ‘clippinì anche durante il recente e lungo ricovero a Villalba, sui colli bolognesi. Realizzate “per non smettere di fumare”, non fanno male, sono disponibili in blister da otto euro, pacchetti da 23 euro e stecche da 230 euro, con acquisto on line e da oggi anche in un’edicola a Casalecchio di Reno, alle porte di Bologna. Un prodotto usa e gettà, non la devi caricare, quando finisce la puoi buttare. Un blister contiene una batteria usa e getta e un cartomizzatore, con o senza nicotina, della durata di circa 25-30 sigarette tradizionali.

Non sono presenti le migliaia di componenti tossiche e cancerogene presenti nella sigaretta tradizionale. Si può utilizzare ovunque, non lascia cattivo odore negli ambienti e sugli indumenti e appaga comunque il desiderio di fumare, in quanto non viene a mancare la gestualità e mediante l’aspirazione del vapore aromatizzato al tabacco (contenente o meno nicotina), si ha l’impressione di fumare una sigaretta tradizionale. Si annulla il rischio di malattie respiratorie, circolatorie e di origini tumorali. Sul sito dell’azienda che le produce si legge comunque che ci sono delle avvertenze rivolte a chi ha patologie respiratorie o cardiache ed è sconsigliato l’uso alle donne in gravidanza o in allattamento.


Articoli correlati


Andrea Damante si prende una rivincita su Giulia De Lellis e va in Tv
Musica
Come si scrive una delega modello di esempio e facsimile
Gadget e Tech
Cos’è la Cherofobia il titolo della canzone di Martina Attili di X Factor?
Musica
Federica Panicucci conduce Capodanno in musica il 31 dicembre
Musica
X Factor partecipare come pubblico ecco i biglietti e dove acquistarli
Musica
Laura Pausini nuovo singolo per Natale con Biagio Antonacci e presto il video
Musica