lunedì 03 ottobre, 2011

Miss Italia 2011, Stefania Bivone e la festa a scuola, all’Istituto Nicola Pizi di Palmi


Alcune ore di lezione saltate e una festa dei 750 studenti dell’Istituto “Nicola Pizi” di Palmi (RC) per Miss Italia 2011, Stefania Bivone. Cori inneggianti al suo nome, fotografie, spumante nell’aula magna: così Stefania è tornata a scuola e, in particolare, per pochi minuti nell’aula della V A dove frequenta l’ultimo anno del Liceo Scientifico […]



Alcune ore di lezione saltate e una festa dei 750 studenti dell’Istituto “Nicola Pizi” di Palmi (RC) per Miss Italia 2011, Stefania Bivone. Cori inneggianti al suo nome, fotografie, spumante nell’aula magna: così Stefania è tornata a scuola e, in particolare, per pochi minuti nell’aula della V A dove frequenta l’ultimo anno del Liceo Scientifico («mi manca il mio banco di scuola» aveva ripetuto in più interviste). «Ha tutti otto e nove e le materie in cui eccelle son o l’italiano e il disegno», hanno detto le compagne. I ragazzi, prima nel cortile e poi lungo le scale dell’Istituito, si sono stretti attorno alla loro compagna che oggi si è presentata con la corona di Miss Italia. Stefania non interromperà comunque gli studi: «mi presenterò agli esami da privatista e prenderò il diploma – ha detto – per poi iscrivermi alla facoltà di Giurisprudenza». Dopo essere stata festeggiata dalla V A (14 ragazze e sette maschi), la miss è stata ricevuta nella sala della presidenza, sempre accompagnata in questo breve percorso dai compagni con foto e bacio per tutti.

«La scuola – ha detto la preside Maria Corica – ha insegnato a Stefania il rispetto delle regole ed è ciò che le ora le è utile come miss e poi lo metterà in pratica nella vita. E’ un principio che la proietterà come protagonista, come ognuno di noi, nel futuro e nell’Europa. Senza il rispetto degli altri e delle regole impartite dalla scuola e dalla società non si diventa cittadini del mondo. Ho molto apprezzato – ha aggiunto – la difesa delle proprie regole del Concorso Miss Italia, una manifestazione certamente effimera, ma che sa tutelare il regolamento che si è imposto. Chi si affida alle regole, oggi viene giudicato e visto in un certo modo, ma noi, invece, stimiamo chi si comporta così. Nella sua apparente fragilità Stefania è una ragazza forte, determinata, come siamo noi calabresi: il fatto che abbia scelto un corso di studi difficile e sperimentale, con 36 ore di lezione, l’apprendimento di due lingue straniere, è una testimonianza della sua volontà. Ci poniamo l’obiettivo di ‘formare’ miss, ma sosteniamo volentieri chi si pone obiettivi e poi sa raggiungerli».

Ha poi concluso: «Cara Stefania, vai nel mondo a mostrare la Calabria bella che non è quella descritta negativamente. Noi siamo ‘altro’, siamo cultura, intelligenza e bellezza».
Scuola, canto, un anno da Miss Italia: questi sono gli attuali traguardi della ragazza di Sinopoli, sempre seguita, anche stamani, dal sindaco del suo paese, Luigi Chiappalone.
Foto e suggerimenti, infine, anche da parte della vice preside Angela Princi e dai professori Alba Sorate, Franco Genua e Cristiano Nicotra.


Articoli correlati


Ambra a Verissimo ama Allegri ma vuole molto bene anche a Francesco Renga
Donna Vip
Abiti Barbara D’Urso Live Non è la D’Urso che stilista ha scelto?
Donna Vip
Karolayne la figlia di Emerson a Domenica Live parla del padre che non la vuole più
TV Chic
Serena Grandi e il grave problema di salute che l’ha colpita
Donna Vip
Paola Caruso mamma le prime immagini del figlio Michele
Attualità, Donna Vip
Giulia De Lellis si mostra per la prima volta senza trucco e con i brufoli
Donna Vip