martedì 26 Giugno, 2018

Gay Pride Milano 30 giugno dove mangiare e che ristoranti scegliere?


Gay Pride Milano 30 giugno dove mangiare e che ristoranti scegliere? Sabato 30 giugno anche Milano assumerà i colori dell’arcobaleno ospitando la manifestazione del Pride, la sfilata che sensibilizza e diffonde la consapevolezza sui valori della comunità lgbt+ nel mondo. A tale proposito TheFork segnala alcuni ristoranti dove recuperare le energie con gusto a fine […]


Gay Pride Milano 30 giugno dove mangiare e che ristoranti scegliere?

Gay Pride Milano 30 giugno dove mangiare e che ristoranti scegliere? Sabato 30 giugno anche Milano assumerà i colori dell’arcobaleno ospitando la manifestazione del Pride, la sfilata che sensibilizza e diffonde la consapevolezza sui valori della comunità lgbt+ nel mondo. A tale proposito TheFork segnala alcuni ristoranti dove recuperare le energie con gusto a fine manifestazione.

Gay Pride Milano 30 giugno dove mangiare e che ristoranti scegliere?

Giugno ormai da molti anni è il cosiddetto Pride Month: in moltissime città del mondo, infatti, si celebrano le parate del Pride, ovvero le manifestazioni e le sfilate che servono per diffondere la consapevolezza sui valori della comunità lgbt+ nel mondo. Eventi colorati e gioiosi per ribadire l’importanza della convivenza e dei diritti civili. Anche Milano, negli ultimi anni sempre più attenta ai diritti della comunità, ospiterà il proprio Pride sabato 30 giugno. E se anche voi vorrete manifestare in segno di partecipazione e tolleranza ecco qualche ristorante per riprendere le energie dopo la parata da prenotare su TheFork, tra le principali app di prenotazione dei ristoranti a livello globale.

In via Tadino si trova il Viveca, un ristorante che vuole esaltare tutti i gusti della cucina mediterranea. Qui, infatti, vi si possono trovare ottime pizze, preparate in un’insolita forma ovale, con un impasto leggero e ingredienti di grande qualità. Ma numerose sono anche le portate della cucina, che vanno dagli hamburger alle braciole, dai primi ai piatti di carne.

Per chi ama i gusti esotici, il Kilimangiaro in via Casati è una tappa obbligata per assaporare il meglio della cucina africana: in particolare qui si provano le ricette più tipiche della tradizione eritrea, come lo zighini, il cous-cous o lo zil-zil, sempre accompagnati da gustosi contorni e pregiati vini.

Nel pieno di quella che è definita la gay street di Milano, via Lecco, ecco Skuisito, un ristorante che è una vera e propria bottega del gusto: ispirata nell’ambiente a una trattoria dai tratti moderni, nel menu rispecchia una tradizione tipicamente mediterranea, dove dominano soprattutto gli influssi siciliani. Da provare i rigatoni alla norma o il carpaccio di tonno in citronette.

In via Castaldi si trova Bicerin Milano, un locale che è molto più di un’enoteca: infatti, oltre a consigliare ottimi vini frutto di un’attenta e sapiente ricerca, qui si potranno gustare ottimi piatti, perfetto connubio con la controparte alcolica. Da provare i paccheri con piselli, fave e pecorino, la degustazione di salumi umbri o la tartare di razza piemontese.

foto|Pixabay


Loading...

Articoli correlati


Simona Ventura e Mahmood per l’uomo Mulish a Firenze
Eventi
Pitti Uomo al via a Firenze con Elettra Lamborghini e la sua nuova collezione
Eventi
La creatività e la moda di Gianluca Saitto in mostra a Roma
Eventi
Pignatelli sfila a Torino con la collezione 2020
Eventi
North Sails al fianco di Marco Mengoni nelle tappe di Atlantico Tour
Eventi
Paolo Roversi firma Calendario Pirelli, prima volta di un italiano
Eventi