venerdì 15 febbraio, 2013

I più sexy del Festival di Sanremo: flop per Mengoni, scappatella con Annalisa Scarrone


Nelle fantasie delle telespettatrici è flop per Mengoni “poco macho” e Francesco Silvestre (Modà). Per gli uomini, invece, non convince il look “artefatto” di Malika Ayane. In pieno clima sanremese, è già scattato il toto-vincitore. Già da qualche settimana, i bookmakers azzardano le prime previsioni non senza tentennamenti: Malika Ayane contro Chiara Galiazzo, Modà contro […]



Nelle fantasie delle telespettatrici è flop per Mengoni “poco macho” e Francesco Silvestre (Modà). Per gli uomini, invece, non convince il look “artefatto” di Malika Ayane. In pieno clima sanremese, è già scattato il toto-vincitore. Già da qualche settimana, i bookmakers azzardano le prime previsioni non senza tentennamenti: Malika Ayane contro Chiara Galiazzo, Modà contro Mengoni. A stravolgere le quote sui favoriti della kermesse arrivano i dati raccolti da Ashleymadison.com, leader del dating extraconiugale. Ad essere premiati non sono il talento artistico o le qualità canore ma il sex appel dei concorrenti: sono Raiz, voce degli Almamegretta e Annalisa Scarrone le “scappatelle ideali” del Festival.

L’indagine rivela che per le donne di Ashleymadison.com, Gennaro Della Volpe, in arte Raiz, è il sex simbol per eccellenza tra i concorrenti in gara. Classe ’67, originario di Napoli, con il 38% delle preferenze rappresenta il sogno proibito delle mogli del Belpaese: “Non solo per la prestanza che lo contraddinstinge – ci spiega Silvia78, una delle utenti che ha partecipato al sondaggio – ma soprattutto per la grandissima carica erotica che riesce ad esprime durante le sue performance canore”.

Anche i mariti non sono da meno e puntano tutto sulla giovanissima Annalisa Scarrone. Balzata agli onori della cronaca per la partecipazione, nel 2011, al talent show Amici di Maria De Filippi, la cantautrice ligure conquista il 43%. Il merito pare sia dei suoi occhi da “cerbiatta” che stanno catalizzando l’attenzione di buona parte dei telespettatori e la incoronano “scappatella n°1”.

Ma nelle fantasie delle italiane c’è posto anche per altri concorrenti. All’ultimo posto di questa scottante classifica di gradimento proprio i favoriti Francesco Silvestre (Modà) e Marco Mengoni che con un risicatissimo 6% risultano rispettivamente “poco appetibile” e “pocho macho” per le signore. Ancora un parimerito (13%) per la posizione numero quattro occupata da Max Gazzè e Giovanni Gulino, frontman dei Marta sui Tubi. A Elio, invece, la medaglia di bronzo (18%): “Il suo fascino è frutto del mix tra sarcasmo e autoironia. Dopo tutto, sotto le lenzuola ci piace anche ridere!”, scrive Fenix. Non è un mistero il secondo posto di Daniele Silvestri (26%), già preannunciato dal dilagare di piccanti cinguettii su Twitter accompagnati dall’hastag #silvestrinudo.

A correre per la fascia di vicereginetta della scappatella sanremese, Simona Molinari (21%) che relega al terzo posto della Top5 Chiara Galiazzo (15%). Per una manciata di punti scivola al quinto posto Maria Nazionale (9%) sorpassata da Malika Ayane (12%) che con il nuovo look non convince i mariti di casa nostra: “Troppo bambola, troppo artefatta – dice RedKeys – Decisamente più femminile Maria Nazionale, mediterranea verace!”

Consensi anche per la conduttrice Luciana Littizetto: “E’ una donna interessante e brilla su tutte per la sua intelligenza, è la compagnia ideale per una serata piccante e divertente allo stesso tempo” racconta Patrick81. Male, invece, Fabio Fazio “troppo ingessato” per le mogli d’Italia.


Loading...

Articoli correlati


Festival di Sanremo 2020 ecco chi sarà il conduttore, spoiler
Festival di Sanremo
Ultimo parla di Sanremo 2019 e del suo scontro con Mahmood e spiega
Musica
Mahmood e la sua confessione tra Salvini e il razzismo
Festival di Sanremo
Ecco quanto hanno guadagnato gli ospiti a Sanremo 2019 da Giorgia e Ligabue
Festival di Sanremo
Virginia Raffaele a Sanremo nomina satana e gli esorcisti si allarmano, la polemica
Festival di Sanremo
Mahmood verso altri grandi successi nonostante le critiche
Festival di Sanremo