giovedì 16 aprile, 2015

INTERVISTA AL POLIZIOTTO FABIO TORTOSA: “Merito ancora di far parte delle forze dell’ordine”


LE IENE: INTERVISTA AL POLIZIOTTO FABIO TORTOSA: “Merito ancora di far parte delle forze dell’ordine” – “Chiedo scusa a chi era alla Diaz? Come poliziotto sì, come uomo no” – “La sospensione è un provvedimento che comprendo, mi tutelerò nelle sedi opportune. Avrei preferito non saperlo da un tweet” “Le Iene show”, intervistano a Fabio […]


andrea-agresti-alle-ieneLE IENE: INTERVISTA AL POLIZIOTTO FABIO TORTOSA: “Merito ancora di far parte delle forze dell’ordine” – “Chiedo scusa a chi era alla Diaz? Come poliziotto sì, come uomo no” – “La sospensione è un provvedimento che comprendo, mi tutelerò nelle sedi opportune. Avrei preferito non saperlo da un tweet”

“Le Iene show”, intervistano a Fabio Tortosa, il poliziotto che partecipò al blitz alla scuola Diaz durante il G8 di Genova, da due giorni al centro di forti polemiche.

Solo una settimana fa la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo ha emesso una sentenza storica contro l’Italia. Per l’Europa, durante il blitz della polizia alla scuola Diaz la notte del 21 luglio 2001 ci fu una vera e propria tortura.

Due giorni dopo la sentenza della Corte Europea il poliziotto romano Fabio Tortosa, che quella notte partecipò al blitz della Diaz, ha scritto sul suo profilo di facebook: “Io sono uno degli 80 del VII nucleo. Io ero quella notte alla Diaz. Io ci rientrerei mille e mille volte”.
Il giorno dopo il poliziotto ha aggiunto: “Esistono due realtà, due verità. La verità e la verità processuale. La verità processuale si è conclusa con una condanna di alcuni vertici della polizia di Stato e del mio fratello Massimo Nucera a cui va sempre il mio grande rispetto ed abbraccio. Poi esiste la verità, quella con tutte le lettere maiuscole. Quella che solo io e i miei fratelli sappiamo”. “Si’, lo sappiamo, ci hanno inculato. Ma che importa? Non era la gloria quello che cercavamo. Quello che volevamo era contrapporci con forza, con giovane vigoria, con entusiasmo cameratesco a chi aveva, impunemente, dichiarato guerra all’Italia, il mio paese, un paese che mi ha tradito ma che non tradirò”.

Questa mattina, poco prima che venisse sospeso dalla polizia, le Iene hanno incontrato Tortosa.
A seguire alcuni stralci dell’intervista.

Iena: Tu meriti ancora di far parte delle forze dell’ordine nonostante queste uscite poco felici?
Tortosa: Sì, lo merito

Iena: Hai paura per il tuo futuro in polizia?
Tortosa: No, assolutamente no

Iena: Chiedi scusa a chi era alla Diaz?
Tortosa: Come poliziotto sì, come uomo no

Tortosa poi prosegue: “Rientrerei mille e mille volte, lo ripeto”, e ancora: “Condanno i miei colleghi che hanno fatto certe malefatte e hanno fatto ricadere la loro colpa su noi del settimo nucleo”.

Il poliziotto, infine, aggiunge: “Chiedo scusa alla famiglia Giuliani”.

Pochi minuti dopo averlo salutato è arrivata la notizia della sua sospensione e allora le Iene sono tornate da lui.

Sulla sospensione Tortosa afferma: “La sospensione è un provvedimento che comprendo, mi tutelerò nelle sedi opportune. Avrei preferito non saperlo da un tweet”.

Quando gli viene chiesto se vuol dire qualcosa al Ministro Alfano, Tortosa dichiara: “Signor Ministro, appena si libera dai tanti suoi impegni, si prenda una mattinata e venga a trovare gli uomini del reparto mobile”.


Articoli correlati


Anche Rosa Perrotta di Uomini e donne molestata, le sue dichiarazioni da Giletti
Attualità
Carolyn Smith a Domenica Live dalla D’Urso parla del tumore al seno e presenta il suo libro
Attualità, Donna Vip
Kate Middleton di nuovo in pubblico col pancino per il suo terzo figlio
Attualità, Mamme, Stile
Parigi dice NO alla violenza sulle donne con una manifestazione
Attualità
Madonna con Leonardo di Caprio per la salute della terra
Attualità
Creami Revolution la nuova offerta vantaggiosa per tutta la famiglia di PosteMobile
Attualità


Idee per lo Shopping


Sull’e-shop Gama arriva il Black Friday per la nuova linea 4D Therapy capelli perfetti sempre!
Bellezza donna, Shopping
Regali per lei chic, ecco i nostri consigli per acquistare i prodotti giusti
Shopping
L’amico PAY PER DRIVE, il primo finanziamento on demand
Shopping