martedì 11 Giugno, 2019

Yuko debutta con un nuovo concept in occasione di Pitti Uomo 96


Yuko debutta con un nuovo concept in occasione di Pitti Uomo 96. Il marchio, lanciato nel 2007 da Dik Sportswear – azienda storica toscana partita da una sartoria, ora specializzata nello sportswear, con sede ad Altopascio (Lucca) – presenterà a Firenze la collezione primavera-estate 2020 studiata dal designer Massimo Rebecchi e Paolo Fantozzi. Yuko debutta […]


Yuko debutta con un nuovo concept in occasione di Pitti Uomo 96

Yuko debutta con un nuovo concept in occasione di Pitti Uomo 96. Il marchio, lanciato nel 2007 da Dik Sportswear – azienda storica toscana partita da una sartoria, ora specializzata nello sportswear, con sede ad Altopascio (Lucca) – presenterà a Firenze la collezione primavera-estate 2020 studiata dal designer Massimo Rebecchi e Paolo Fantozzi.

Yuko debutta con un nuovo concept in
occasione di Pitti Uomo 96

Il progetto nasce dopo una lunga conoscenza e reciproca stima personale e professionale tra il CEO di Yuko e lo stilista italiano. Massimo Rebecchi ha infatti rafforzato l’identità del brand fortemente legato alla tradizione artigianale e al saper fare italiano, declinandola in un concept tailoring sportswear contemporaneo. La proposta, dedicata a uomo e donna, sarà svelata in concomitanza con il salone fiorentino nella giornata di mercoledì 12 giugno, dalle ore 17.30 alle ore 20 presso il Bar Agatha in via dei Pescioni, civico 5R.

La collezione estiva unisce il savoir faire toscano a una tocco estremamente cool, che si riflette nell’utilizzo di materiali innovativi e versatili. Dai jersey, accoppiati, tecnici, caratterizzati da micro fantasie e check inglesi fino allo sportswear, fatto di nylon trapuntato bi-materiale o reversibile. Le versioni: nylon tecnici e cotoni nylon uniti o stampati. Il capo-icona è la giacca, in versione da lavoro in cotone, resa unica nel suo genere grazie a tinture speciali retrò. Si presenta anche sfoderata e molto curata nei dettagli, con un fit comodo e moderno. Accanto ai tessuti tecnici, l’hot season rivive in look ispirazione Safari e coloniale, realizzati in cotone lavato, tinto in capo. Le atmosfere strizzano l’occhio all’incontro magico tra Oriente e Occidente, nei colori sabbiati, beige, blu e celesti. I contrasti inaspettati dei bordi e delle fodere fantasy conferiscono un twist speciale, dal sapore tradizionale ma sempre all’avanguardia.

Il womenswear è pensato per una donna raffinata e metropolitana. Un mondo che abbraccia tre filoni, quello sartoriale, quello dei materiali tecnici, come neoprene, gommati stampati con tagli vivi, fino alla parte dei cotoni puri, con tinture retrò derivanti dall’immaginario della giacca lavoro più pantalone largo. Anche per lei, il jersey è protagonista, insieme a micro fantasie e tessuti tecnici come neoprene e nylon e si sposa con i materiali dell’alta sartoria, dal taffetà fino a duchesse stampate a doppio strato. E poi ancora floreali inglesi, doppi rasi, twill e tweed colorati. La parte sportiva, dalle strutture a navetta, viene impreziosita da lavorazioni interne, passamanerie e dettagli sartoriali. In primo piano il trench realizzato in jersey stretch. Le nuance spaziano dai colori della terra, naturali e cipriati per i cotoni tinti, fino al monocolore delle print sui misti lini e ai pastelli, dal giallo pallido ai celesti. Il bianco e il nero vengono invece tagliati con delle gradazioni di rosa, dal fucsia al cipria.


Loading...

Articoli correlati


Infradito donna hai già scelto il tuo modello per l’estate?
Moda Mare
La moda donna si tinge di colori floreali con abiti chic
Moda Donna
Nuova collezione Best Company AI 2019/20 felpe, capispalla e piumini
Moda Donna
Moda donna come ci vestiremo nella primavera estate 2020?
Moda Donna
Moda donna rosso passione e malizia per l’autunno inverno 19/20
Moda Donna
Moda autunno inverno 2019/20 lo stile passa dal teatro Manzoni di Milano
Moda Donna